BLOG del pellegrino

un pellegrinaggio mariano nel nome del Santo della Grazia

Questi sono i piccoli segni della vita che tanto mi fanno pensare:

tornando ieri in gruppo - stanchi, ma allegri - da Seveso a Desio sul treno delle Nord, casualmente in uno scompartimento vuoto ci sediamo accanto al signore in fotografia. Questo strabuzza gli occhi nel vedere le nostre magliette con scritto "Cammino di S. Agostino" e ci dice esterrefatto: sto tornando proprio ora da un viaggio di 10 gg a Ippona, in Algeria. E in effetti aveva un valigione a fianco, e tanta documentazione sul sito di Ippona, che proprio in foto si sta accingendo a mostrarmi. Casualità o cos'altro? Che ci sia forse lo zampino di Agostinus Hipponiensis? :)

PS Grazie a Chiara Liberati per il sagace e subitaneo scatto!

Sant'Agostino da Ippona

Utilizzando il sito accetti implicitamente l'uso dei cookie per migliorare la navigazione e mostrare contenuti in linea con le tue preferenze.