Sant'Agostino da Ippona

un pellegrinaggio mariano nel nome del Santo della Grazia

Agostino da Ippona, un santo africano su suolo europeo

Sant'Agostino da Ippona ( Tagaste, 13 Novembre 354 - Ippona, 28 Agosto 430 ) è stato un filosofo, teologo del tardo Latino, e vescovo.
Anche conosciuto come Dottore della Grazia, è considerato padre della chiesa, dottore e santo per i suoi profondi, religiosi scritti sulla relazione tra la libertà umana e la santa grazia.
Essendo uno dei più grandi pensatori cristiani del primo millennio, il suo obbiettivo fu il raggiungimento della verità attraverso l’introspezione, ricerca che contribuì a fare di lui uno padri del pensiero e dell’identità culturale occidentale.
Tra le suo pere più importanti ricordiamo Confessioni, che apre la strada al genere autobiografico, convogliando la modernità nel pensiero augustiniano.
Agostino nacque a Tagaste ( ora conosciuta come Souk-Ahras ), nella regione della Numidia, in Nord Africa. Ricevette un’educazione cristiana da sua madre, ma quando lesse l’ortensia di Cicerone si convertì al manicheismo. Nel 384 raggiunse Milano dove conobbe sant’Ambrogio.
Questo incontro segno un momento essenziale per il suo percorso religioso: nell’autunno del 386 si convertì al cristianesimo nel ritiro spirituale presso Rus Cassiciacum mentre nell’Aprile del 387 fu battezzato da Ambrogio.
Dopo la sua conversione tornò presto in Africa per stabilire un ordine monastico. Ad Ippona divenne prete e poco dopo vescovo. I suoi studi teologici, mistici e filosofici rimango tra i pilastri dell Chiesa.
All’epoca in cui i Vandali assediarono Ippona, Agostino si ammalò gravemente. Morì il 28 Agosto 430, all’età di 76 anni.

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo sia cookies tecnici sia cookies di parti terze. Può conoscere i dettagli consultando la nostra informativa della privacy policy.
Premendo OK prosegui nella navigazione accettando l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.